Itinerario4 - Cresta carnica e Caravanche

La mappa dei desideri...

4. + 1c La dorsale carnica didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto dorsale carnica è un notevole appoggio orografico che separa, come un vero spartiacque, due aree micrometeorologicamente spesso diverse. L'osservazione diretta di questo fenomeno è provato dal fatto che è le condizioni rispetto alla valle della Gaital sono quasi sempre disomogenee: le basi dei cumuli o sono più alte di qua oppure di la, ma quasi mai coincidono...!
Nella parte che va dal monte Paularo didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto monte Paularo al Capin di Ponente didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto Capin di Ponente il regolare susseguirsi di appoggi e praticamente senza interruzioni rende abbastanza agevole trovare la linea di migliore portanza. Normalmente avvicinandosi alla alta val del Ferro, nei pressi di Tarvisio, le condizioni appaiono spesso indebolite e meno affidabili. Dal Capin di Ponente si più proseguire verso la non altissima vetta del monte Corno didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto monte Corno posta a 1508 metri, (nell'intersezione dei tre confini) per terminare il traversone, alla fine piuttosto lungo, più a ovest dove gli appoggi orografici sono più alti. Da qui la strada nella Karavanche didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto catena delle Karavanche verso Bled è spesso in discesa, nel senso letterale...., visto che le basi tendono spesso sempre più ad abbassarsi, a causa dell'apporto di aria più umida che sale dalla vicina pianura slovena, costringendoci a fare altrettanto. In condizioni di vento da nord anche leggero l'ampia piana che si distende da Villach in poi verso est ne favorisce il rinforzo permettendo di volare anche sul versante austriaco delle Karavanche.
In alternativa, dal Capin di Ponente si può saltare verso nord sulla Gaital didascalia descrittiva in caso di non caricamento della foto Gaital . In realtà se le condizioni sono più favorevoli in Gaital, il traversone si può iniziare praticamente in qualsiasi punto. La vallata è ricca di atterraggi facili e sicuri, e gli appoggi orografici dopo l'attraversamento sono regolari e di normalmente ben portanti.
L'atterrabilità nella valle del Ferro è problematica: in pratica da Cercivento (aviosperifcie non segnalata) verso est c'è solo un fc di emergenza (Malborghetto). E' sicuramente consigliabile volare (sopra!) queste creste tenendosi sempre aperta la planata verso ben più confortevole vallata austriaca, che offre ottimi alternati. Dall'aeroporto di Noetsh verso ovest si trova Jenig (Hermagor), Tropholach, Mauthen, poi la valle sale parecchio verso Obertilliach per poi riabbassarsi e finire alla confluenza con la Pustertal all'altezza di Sillian.

<<< Torna alla pagina dei percorsi

 
 

Info metar e atterrabilità

Responsabilie Aviosuperficie:
Fabio Barazzutti
Tel: 335 8417280

Vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra mailing list!

sarai informato su tutti gli aggiornamenti e nuove schede nell'area fuoricampo!

non potrai più farne a meno!